RENDICONTAZIONE SOCIALE

Procedura di autovalurazione triennale

Descrizione

Rendicontazione Sociale

Nell’ambito dei processi di modernizzazione delle amministrazioni pubbliche, sulla scorta dei principi introdotti dalla legge 7.8.1990, n. 241, le amministrazioni hanno cominciato ad utilizzare varie tecniche di rendicontazione sociale.

La Direttiva del Ministro della Funzione Pubblica del 17 Febbraio 2006 ha chiarito che la rendicontazione sociale delle amministrazioni pubbliche ha lo scopo di fornire risposte ai bisogni comunicativi dei diversi interlocutori, siano essi singoli cittadini, famiglie, imprese, associazioni.

Gli strumenti di attuazione della rendicontazione sociale sono molteplici, ma tra essi il bilancio sociale pubblico può essere considerato il principale.

Il bilancio sociale è definibile, pertanto, come il documento, da realizzare con cadenza periodica, nel quale l’amministrazione riferisce, a beneficio di tutti i suoi interlocutori privati e pubblici, le scelte operate, le attività svolte e i servizi resi, dando conto delle risorse a tal fine utilizzate, descrivendo i suoi processi decisionali ed operativi.

La Rendicontazione sociale rappresenta la fase conclusiva del ciclo di valutazione delle istituzioni scolastiche, così come riportato nel D.P.R. 28 marzo 2013, n. 80, all’articolo 6: “pubblicazione, diffusione dei risultati raggiunti, attraverso indicatori e dati comparabili, sia in una dimensione di trasparenza sia in una dimensione di condivisione e promozione al miglioramento del servizio con la comunità di appartenenza”.

Tramite la Rendicontazione sociale tutte le scuole danno conto dei risultati raggiunti con particolare attenzione alle priorità e ai traguardi individuati nel Rapporto di autovalutazione.

Con la RENDICONTAZIONE SOCIALE si conclude la procedura di valutazione che le scuole hanno realizzato attraverso i Rapporti di Autovalutazione (RAV) ed i conseguenti Piani di Miglioramento (PdM). La scuola rende, pertanto, conto di quanto raggiunto, dei processi attivati e dei risultati perseguiti, in ordine al raggiungimento delle “Priorità” e dei “Traguardi” fissati nell’ambito della procedura di cui al DPR n. 80/2013. Si comunica, quindi, come gli esiti di alunni e studenti sono migliorati, sulla scorta delle priorità che aveva fissato nell’ultima sezione del RAV.

Nel processo di rendicontazione è opportuno che il Dirigente e il Nucleo interno di valutazione si adoperino per favorire e sostenere il coinvolgimento diretto di tutta la comunità scolastica, incoraggiando la riflessione interna e promuovendo momenti di incontro e di condivisione delle finalità e delle modalità operative dell’intero processo.

 

 

Visitatori di questa pagina :144
Oggi: 2
Totali Visitatori del sito : 83137

Allegati

Rendicontazione_sociale

pdf - 3303 kb